Questa è una scheda SIM IoT

  • Connessione internet wireless per i dispositivi IoT
  • Massima copertura di rete con roaming nazionale
  • Tariffe dati IoT flessibili
SIM M2M da wherever SIM - Tutte le reti con una sola scheda SIM

Cinque informazioni sulle schede SIM IoT

Cinque informazioni sulle schede SIM IoT
  • Le schede SIM IoT consentono ai dispositivi finali di trasmettere dati attraverso le reti mobili nell'ambito della comunicazione M2M (machine-to-machine).
  • Le SIM IoT, a differenza delle schede SIM consumer come quelle degli smartphone, consentono anche la connessione a diverse reti mobili all'interno di un Paese (roaming nazionale) e l'utilizzo di diverse tecnologie di rete come LTE-M e NB-IoT.
  • Per le schede SIM IoT sono disponibili opzioni complete di sicurezza e gestione. 
  • Le schede SIM sono solitamente gestite tramite un portale online del fornitore di SIM IoT. Alcuni fornitori di SIM forniscono anche un'API per l'integrazione nel sistema dell'utente.
  • Altri nomi per IoT SIM sono M2M SIM card, roaming SIM, global SIM, multi-net SIM, multi-IMSI SIM o multi-net SIM card. 

Aree di applicazione delle schede SIM IoT

Scheda SIM IoT: le domande più importanti

Domande frequenti sulle nostre soluzioni IoT SIM

Roaming nazionale:
Massima copertura di rete con una SIM IoT

Probabilmente la caratteristica più importante di una scheda SIM IoT: Il roaming nazionale. Si tratta della possibilità di accedere a diverse reti mobili all'interno di un Paese. In Germania, ad esempio, le reti di Vodafone, o2/E-Plus e Telekom.

Per i dispositivi finali, questa opzione significa che una scheda SIM IoT offre una copertura di rete e una qualità di connessione nettamente migliori rispetto alle classiche schede SIM consumer: Le SIM consumer, come le conoscete dal vostro smartphone o tablet, di solito possono utilizzare solo la rete mobile di un fornitore di SIM. Se il provider non dispone di una rete in un determinato luogo, il dispositivo IoT è offline per il momento. Quando si utilizzano le schede SIM IoT, la connessione viene interrotta solo se in un determinato luogo non è disponibile una rete mobile. Il rischio di interruzione della connessione è quindi basso.

Ma non ci sono solo differenze tra le SIM consumer e le SIM IoT; le stesse SIM IoT differiscono anche in termini di roaming. 

Roaming controllato e non controllato

Ciò che a prima vista sembra piuttosto banale, in realtà può essere molto importante per alcuni progetti IoT e M2M. Mentre nel roaming controllato la rete di un fornitore di SIM è sempre preferita per la connessione, nel roaming non controllato la preferenza di una rete viene omessa. È invece la forza della connessione a determinare la scelta della rete mobile: la connessione viene quindi effettuata tramite la rete mobile più forte disponibile sul posto. In questo modo è possibile bilanciare le fluttuazioni della disponibilità e della qualità della connessione delle reti mobili nelle diverse località.

Poiché in Germania nessun operatore di rete è ancora in grado di offrire una copertura di rete mobile a livello nazionale, il roaming non controllato ha senso soprattutto per le applicazioni in cui deve essere sempre possibile una connessione dati stabile, ad esempio per i dispositivi medici che trasmettono costantemente i dati di un paziente. Lo stesso vale per i terminali fissi: Se la ricezione di un provider è piuttosto scarsa nel luogo di utilizzo, è probabile che il dispositivo abbia ripetuti problemi di connessione. Solo quando non è possibile collegarsi alla rete domestica dopo diversi tentativi di connessione, si può ricorrere alla rete mobile di un altro provider. Nel peggiore dei casi, un terminale è più impegnato a cercare di collegarsi alla rete che a trasmettere dati.

Per altri casi d'uso, tuttavia, il roaming controllato può essere più interessante grazie ai costi leggermente inferiori, ad esempio per i localizzatori GPS. Il fatto che la posizione venga trasmessa immediatamente o con un breve ritardo non è di solito fondamentale.

Roaming nazionale

IoT vs. SIM consumer:
Confronto tra diversi tipi di schede SIM

Per soddisfare le diverse esigenze e circostanze dei dispositivi finali e delle macchine, esistono schede SIM IoT in vari formati. Oltre ai classici formati IoT SIM mini, micro e nano, esistono SIM embedded che possono essere saldate direttamente su un chip. Inoltre, oltre alla versione standard dei vari formati, esiste anche una"SIM industriale". Questa variante più robusta è progettata, ad esempio, per un intervallo di temperatura più ampio e una maggiore durata.


Formati SIM IoT del wherever SIM
Formati SIM disponibili
Temperatura di esercizio
Cicli di lettura/scrittura
Gestione dei dati
SIM M2M standard

Da -25°C a +85°C

Cicli di lettura/scrittura

500.000

10 anni

SIM M2M industriale

Da -40°C a +105°C

1.000.000

10 anni a -40°C a +105°C
15 anni a -25°C a +85°C

2FF, 3FF, 4FF

2FF, 3FF, MFF2

Tariffe IoT: Tariffe dati su misura per ogni progetto IoT

Indipendentemente dal fatto che si tratti di progetti M2M o IoT, i requisiti speciali per la tariffa di radiocomunicazione mobile sono importanti al momento dell'implementazione per tali progetti. L'impegno e i costi per la messa in funzione, la manutenzione e il monitoraggio dei dispositivi devono essere proporzionali al loro valore, anche per i dispositivi di valore relativamente basso, soprattutto se il numero di unità supera di gran lunga il migliaio. Per questo motivo, le tradizionali tariffe di telefonia mobile con fatture mensili o termini contrattuali di 12 mesi o più sono spesso inadatte alle applicazioni IoT.

Poiché l'obiettivo principale è la trasmissione di dati, le tariffe IoT devono coprire una larghezza di banda notevolmente maggiore: I requisiti di dati variano da pochi kilobyte a diversi gigabyte, a seconda dell'applicazione. Di conseguenza, esistono diverse tariffe IoT e opzioni di fatturazione specifiche per i progetti IoT.

Il pooling dei dati è un modello tariffario molto diffuso. In questa costellazione, tutte le SIM IoT assegnate al pool utilizzano una quota dati condivisa. Questo è particolarmente utile se il consumo di dati di una singola SIM IoT oscilla, ma il consumo in eccesso di una singola SIM può essere compensato dal minor consumo di altre SIM. wherever SIM offre non solo il pooling dei dati in sé, ma anche la possibilità di espanderlo dinamicamente: con ogni ulteriore scheda SIM IoT attiva, il volume di dati disponibile per tutte le SIM IoT cresce di un importo fisso. Ciò significa che il volume di dati cresce in linea con il numero di SIM IoT attive, senza che gli utenti debbano tenerne conto o effettuare impostazioni aggiuntive a ogni attivazione.

Oltre ai diversi pacchetti dati, anche le tecnologie di rete disponibili svolgono un ruolo importante per una scheda SIM IoT. Oltre ai "classici" 2G, 3G e 4G, le nostre schede SIM IoT possono utilizzare anche le reti 5G e le più recenti tecnologie di trasmissione sviluppate appositamente per l'Internet degli oggetti, come NB-IoT (Narrowband IoT) o LTE-M (Long Term Evolution for Machines). NB-IoT e LTE-M, ad esempio, sono particolarmente adatti per le applicazioni che devono trasmettere dati nel modo più efficiente possibile dal punto di vista energetico o da aree di difficile accesso, come gli scantinati.


Avete domande sulle nostre schede SIM M2M e IoT?

Scriveteci o chiamateci: il nostro team di esperti sarà lieto di ascoltarvi.

Contatta il team di esperti M2M
Laura Gaber
Autore:
Laura Gaber
Data:
13.02.2024
Laura Gaber, M.Sc., è la più longeva delle nostre due Laura del marketing. Originaria di Colonia, ha lavorato per diversi anni come addetta alla comunicazione a livello europeo per il settore delle energie rinnovabili. Nel 2016, la curiosità di Laura l'ha spinta a spingersi oltre, fino al nord e alle nostre braccia. Da allora, si occupa quotidianamente degli ultimi sviluppi della digitalizzazione, della comunicazione M2M e dell'IoT.

Come posso trovare la SIM IoT perfetta per il mio progetto?

Con 5 domande per la giusta scheda SIM IoT

icona di controllo

La SIM IoT deve inviare dati in modo permanente o solo a intermittenza? 

Le vostre SIM IoT sono utilizzate in modo continuativo o solo per un certo periodo, ad esempio stagionalmente nelle macchine per la raccolta o solo in occasione di fiere?

A seconda di ciò, l'opzione di mettere in pausa gratuitamente la scheda SIM IoT potrebbe essere rilevante per voi, al fine di risparmiare le tariffe di base altrimenti applicabili durante il mancato utilizzo delle SIM IoT.... 

icona di controllo

Quanto deve essere flessibile l'attivazione delle schede SIM IoT? 

Sapete quando attiverete una SIM IoT e da quando la userete, oppure la data di attivazione prevista non è chiara al momento dell'acquisto?

Se volete acquistare una grande quantità di SIM IoT da prelevare dalle vostre scorte in base alle necessità, cercate un requisito di attivazione dopo un certo periodo di tempo. In caso contrario, potreste acquistare le vostre SIM IoT a basso costo ma doverle attivare in un colpo solo tre mesi dopo la data di acquisto. Questi obblighi e scadenze sono spesso nascosti nei termini e condizioni generali e rendono più costosa un'offerta apparentemente conveniente.

icona di controllo

Esiste una SIM IoT di prova (gratuita) o un periodo di prova?

La scheda SIM IoT e l'hardware sono compatibili? Tutte le funzionalità sono quelle desiderate e necessarie? Il nostro consiglio: non acquistate una SIM IoT senza prima averla testata con il vostro hardware. L'ideale sarebbe provare gratuitamente le SIM IoT di prova per un periodo di alcune settimane per capire se sono adatte al vostro progetto.

Se avete bisogno di un volume di dati superiore a quello normalmente fornito per le fasi di test, spesso è possibile aumentare il volume di dati gratuito o con un piccolo contributo, senza dover sottoscrivere direttamente un contratto.

icona di controllo

Il dispositivo finale si sposta con la SIM IoT o è installato permanentemente in un luogo?

Il dispositivo finale è in movimento, come un localizzatore GPS, o è qualcosa di fisso, come un punto di ricarica elettronica?

Per i dispositivi finali in movimento, il tempo necessario per cambiare rete può essere importante.

Per i dispositivi finali fissi, invece, di solito è più importante poter accedere al maggior numero possibile di reti mobili in un'unica posizione, in modo che, in caso di guasto di una rete mobile, se ne possa utilizzare immediatamente un'altra.

icona di controllo

Conoscete il consumo/domanda di dati del vostro progetto? Il consumo di dati è destinato a fluttuare o a rimanere invariato? 

Vi aspettate che il vostro fabbisogno di dati rimanga sempre lo stesso, in modo da poter prenotare una tariffa M2M fissa? Oppure ci si aspettano dei cambiamenti, per cui si potrebbe essere costretti a riadattare la tariffa? Date un'occhiata alle possibilità di adattare una tariffa selezionata anche dopo l'inizio del progetto, o a eventuali termini ridotti o modalità di cancellazione.

A seconda del caso d'uso, modelli tariffari speciali come il pooling di dati possono essere più adatti e più economici dei pacchetti dati fissi per SIM IoT. Per scegliere la tariffa dati IoT più adatta, è necessario avere un'idea di quanti dati richiederà una SIM IoT o tutte le SIM IoT utilizzate e se il fabbisogno di dati tende a rimanere invariato o è soggetto a fluttuazioni. Se non avete esperienza in merito, vi consigliamo vivamente di effettuare una fase di test prima di concludere il contratto, in modo da avere una base decisionale affidabile.

Scheda Sim M2M da wherever SIM
Prova IoT SIM gratuita
6 mesi di prova gratuita
copertura di rete in tutto il mondo
Piattaforma IoT per la gestione delle SIM
Richiedi una SIM di prova M2M gratuita

Altre notizie sull'IoT

Siete alla ricerca di una SIM M2M adatta al vostro progetto?

Scriveteci un messaggio o chiamateci. Il nostro team di esperti sarà lieto di ascoltarvi.

Contatta il nostro team di esperti